Tag Archive | "ama"

Tags: ,

ROMA, RIFIUTI INGOMBRANTI RACCOLTI SOTTO CASA GRATIS

Pubblicato il 04 aprile 2013 by redazione

Ha preso il via un nuovo servizio Ama: la raccolta dei rifiuti ingombranti a domicilio, completamente gratuita e solo per le utenze domestiche. Divani, tavoli, vecchi televisori, lavatrici: basta prendere appuntamento, portare gli oggetti fino al piano stradale e ci pensa Ama a ritirarli e ad avviarli agli impianti di riciclaggio. Il servizio, predisposto da Ama e da Roma Capitale, punta a intercettare maggiori quantità di rifiuti da differenziare e a contrastare le discariche abusive.La raccolta a domicilio affianca gli altri sistemi di smaltimento degli ingombranti, ma con il suo avvio scompaiono le 186 postazioni mobili di quartiere (dal 30 aprile).Si possono consegnare ogni volta oggetti fino a 2 metri cubi di volume: ad esempio un divano a tre posti (2 metri cubi), un tavolo più un televisore oltre i 29 pollici (1 metro cubo ciascuno), una lavatrice e una lavastoviglie (pure un metro cubo ad apparecchio). Resta attiva la raccolta a pagamento per i casi non contemplati dal nuovo servizio: utenze non domestiche, utenze domestiche ma per il ritiro al piano (o nei box e nelle cantine) o per volumi superiori ai due metri cubi.Il servizio funziona su appuntamento tutto l’anno dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, il sabato dalle 9 alle 16 ed è chiuso nei giorni festivi. Per soddisfare il maggior numero possibile di cittadini è stato posto un tetto individuale: il singolo utente può servirsi della raccolta gratuita fino a un massimo di 12 volte l’anno e non più di due volte al mese.Come prenotare: chiamando lo 060606 (il contact center di Roma Capitale, attivo 24 ore su 24) o compilando l’apposito modulo nella sezione “Servizi online” di www.amaroma.it. Al momento della prenotazione si deve fornire il codice utente riportato in alto a destra nella bolletta della tariffa rifiuti. All’arrivo, gli operatori Ama saranno identificabili dal giubbotto (il “fratino”) e da un badge di riconoscimento. Dopo la raccolta, l’utente riceverà copia del Fir (Formulario di Identificazione Rifiuto) con l’indicazione dell’impianto di trattamento e recupero cui è stato destinato il materiale.

Comments (0)

Tags: , , ,

STOP ALLE BUSTE DI PLASTICA NON RICICLABILE, INIZIA LA CAMPAGNA DELL’A.M.A.

Pubblicato il 09 marzo 2010 by redazione

Roma anticipa i tempi sulle regole europee: dieci mesi prima che entri in vigore in tutta Italia, in base alla normativa UE, il divieto di produzione e commercializzazione delle buste di plastica non biodegradabili, la Capitale avvia un programma di prevenzione e promozione dei sacchetti alternativi, quelli di carta riciclata. Il sindaco Alemanno, l’assessore all’Ambiente, De Lillo e i vertici Ama hanno lanciato una campagna di informazione e sensibilizzazione sull’uso delle buste ecologiche, incontrando la stampa al mercato rionale di piazza dell’Unità, in Prati.  Presso punti informativi Ama, creati per l’occasione in 10 mercati rionali e 12 centri commerciali della Capitale, dall’8 al 14 e dal 22 al 28 marzo, saranno distribuiti oltre mezzo milione di sacchetti di carta riciclata con lo slogan “Chi previene, ama” e con il logo dell’Ama.  Le buste, che possono contenere fino a 7 kg di peso, sono realizzate al 100% con carta riciclata e certificazione FSC (Forest-Stewardship-Council), che attesta che il prodotto è realizzato con legno o fibre di legno riciclate post consumo. Possono essere riutilizzate e, a fine vita, riciclate attraverso la raccolta differenziata della carta o dei rifiuti organici.

Comments (0)

Tags: , , , ,

ANDRINI (AMA SERVIZI) SI DIMETTE DOPO IL COINVOLGIMENTO NELL’INCHIESTA SUL RICICLAGGIO

Pubblicato il 25 febbraio 2010 by redazione

Si arricchisce di nomi importanti del mondo politico romano l’inchiesta sul maxi riciclaggio della Procura di Roma che ha scatenato la bufera su Fastweb e Telecom Sparkle: accanto al nome di Gennaro Mokbel, gli inquirenti hanno citato, nel provvedimento di custodia cautelare, anche Stefano Andrini, attuale AD di Ama Servizi, l’azienda che nella capitale si occupa della nettezza urbana. Andrini si è dimesso dall’incarico nella giornata di ieri e le sue dimissioni sono state accettate dal sindaco Alemanno. Andrini, secondo quanto scritto dai magistrati della procura di Roma, ha fatto parte della truffa che ha portato alla richiesta di arresto del senatore Nicola Paolo Di Girolamo, accusato di aver comprato voti della ‘ndrangheta in Germania. Per essere eletto all’estero di Girolamo doveva essere residente non Italia e, sempre secondo l’accusa, ad acquisire la residenza fasulla lo aiutó una vecchia conoscenza della destra romana, Stefano Andrini. Il nome di Andrini, proprio qualche mese fa, al momento della nomina ad Ad di Ama, sollevo’ molte polemiche proprio per il suo passato di esponente di gruppi dell’estrema destra: nell’89, infatti, fu accusato e condannato per lesioni aggravate ai danni di due ragazzi davanti al cinema Capranica di Roma. Nell’ordinanza che ha portato ieri all’arresto di Gennaro Mokbel ed altre 55  persone, il giudice scrive che Andrini, ‘quale istigatore e Di Girolamo quale esecutore materiale, hanno determinato un numero rilevante di elettori ad esprimere la propria preferenza per un candidato che, non avendone i requisiti, non poteva essere validamente proclamato eletto e conseguentemente non puo’ esercitare il mandato elettorale conferitogli con il voto’

Comments (0)

Tags: , ,

NOVECENTOMILA EURO PER UNA TOMBA AL VERANO

Pubblicato il 16 gennaio 2010 by redazione

A pochi giorni dall’apertura dell’asta online promossa a Roma dai servizi cimiteriali dell’Ama, l’azienda municipalizzata per l’ambiente, tombe e cappelle del camposanto monumentale del Verano o dei meno suggestivi ma piu’ moderni del Flaminio e di Maccarese, vanno a ruba. Alcuni aggiudicatari hanno detto che le cifre battute hanno superato di gran lunga la base d’asta.
Una tomba del Verano, che si trova nel quartiere San Lorenzo, a pochi passi dall’universita’ La Sapienza, messa in vendita a 150mila euro e’ stata aggiudicata a 900mila, sei volte il valore d’asta. I risultati sono ancora molto parziali, l’asta e’ in corso ma aleggia l’ ottimismo. Il valore base di tutta l’asta era stimato in circa 2,5 milioni di euro ma se l’andamento e’ quello delle prime aggiudicazioni, l’incasso dei servizi cimiteriali potrebbe sfiorare i 10 milioni di euro. Stando a quanto racconta chi ha partecipato all’asta, la prima promossa in questa forma telematica aperta direttamente al pubblico, ‘era come essere su ebay, fino a tre minuti prima della chiusura – il tempo previsto per l’aggiudicazione era di 15 minuti salvo rilanci – ci sono state offerte con rilanci contenuti salvo arrivare ad oltre due ore di contrattazione per aggiudicarsi una tomba’. Risorse fresche che, per una volta, non andranno a coprire buchi di bilancio dell’Ama perche’ i servizi cimiteriali della capitale hanno un bilancio autonomo e in attivo e finanzieranno invece il piano di restauro della parte piu’ antica del camposanto monumentale, annunciato la primavera scorsa. Una zona interessata da un tempestivo sequestro, solo ieri, da parte dei vigili urbani, di decine di tombe che, sfiorando i 100 anni, e non avendo da tempo visitatori, sono abbandonate in condizioni molto precarie.
Del resto anche i 34 sepolcri messi in vendita sul web sono in stato di abbandono e hanno superato l’esame, durato oltre un anno, della ricerca di eredi che possano occuparsene. Non e’ un caso che tutte le tombe piu’ antiche sono nella zona sottoposta a vincolo e a tutela della sovrintendenza della Capitale.

Comments (0)

Tags: , , ,

LA DENUNCIA DEL MUNICIPIO XI: INTORNO ALLA STAZIONE OSTIENSE DEGRADO E SPORCIZIA

Pubblicato il 21 novembre 2009 by redazione

21

‘Il Municipio Roma XI per l’ennesima volta e’ costretto a denunciare la situazione di degrado e di mancata pulizia che i cittadini delle strade intorno alla Stazione Ostiense subiscono quotidianamente, in particolare in Via Bossi, Via della Stazione Ostiense all’incrocio di Via Carletti. La giustificazione dell’Azienda Municipale Ambiente e’ sempre la stessa: che il contratto di servizio con il Comune prevede la pulizia di quelle strade tre volte al mese!”. E’ quanto dichiara Andrea Catarci, presidente del Municipio Roma XI.
‘Non puo’ essere immaginabile che le strade vengano pulite una volta ogni dieci giorni, in una zona ad altissima densita’ abitativa, dove e’ presente una delle stazioni piu’ importanti della Capitale e dove c’e’ una grandissima presenza di locali notturni (con tutti i problemi del caso, legati alla cosiddetta ‘movida’) – aggiunge – L’Ama dice il vero quando afferma che il suo intervento e’ rispettoso del contratto di servizio con il Comune di Roma, ma proprio per questo motivo appare non piu’ rinviabile la modifica dello stesso, per rideterminare gli interventi di pulizia della citta’, che alle volte non rispondono ne’ alle esigenze reali delle Istituzioni locali e ne’, tanto meno, a quelle fondamentali della cittadinanza”.

“Purtroppo – conclude Catarci -, le linee guida avanzate dalla Giunta Alemanno, che hanno ricevuto numerose critiche dai Municipi, XI in testa, non lasciano presagire nulla di positivo, anzi, sembrano favorire unicamente l’Ama e il centralismo decisional

Comments (0)

Advertise Here

Le nostre immagini

Vedi tutte le immagini

Advertise Here

Sondaggio

TI PIACE LA STATUA DEDICATA A GIOVANNI PAOLO II IN PIAZZA DEI CINQUECENTO A ROMA?

View Results

Loading ... Loading ...

Previsioni Meteo

NEWSLETTER

CALENDARIO

agosto: 2017
L M M G V S D
« giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031