Tag Archive | "assessore agricoltura lazio"

Tags: ,

DANIELA VALENTINI, “MI DISPIACE CHE TANTI COLLEGHI CHE HANNO LAVORATO IN CONSIGLIO REGIONALE NON POSSONO PARTECIPARE ALLE ELEZIONI”

Pubblicato il 18 marzo 2010 by redazione

Nata e cresciuta a Roma, Daniela Valentini è mamma e nonna, sposata con un vigile del fuoco ha cinque figli e tre nipoti.Inizia il suo impegno con il volontariato per i disabili nelle comunità cristiane di San Paolo. Lavora per l’emancipazione femminile impegnandosi per il referendum sul divorzio e l’apertura di asili nido e consultori. Negli anni ottanta diventa Presidente della XVII circoscrizione, prima donna ad ottenere tale incarico. Consigliera comunale, Presidente dell’AMA e Assessore al commercio nella prima giunta Veltroni. Attualmente ricopre l’incarico di Assesssore all’agricoltura della regione lazio.

Zerosei news: On. Valentini, cosa pensa dell’esclusione della lista PDL del Lazio . Si tratta di una manovra orchestrata o di irregolarità oggettive che non potevano non essere rilevate?

On. Valentini: è un problema e mi dispiace molto che tanti colleghi che hanno lavorato in Consiglio regionale non possono partecipare a queste elezioni. Credo però che non si possa parlare di ‘manovra orchestrata’, perché le regole sono state disattese. Questa è una voce messa in giro per confondere gli elettori e deviare l’attenzione, come del resto la Pdl è abituata a fare. Credo piuttosto che la mancata consegna delle liste Pdl di Roma e provincia sia la prova lampante di un partito alla presa con fratture interne, tali da non trovare un punti di unione nemmeno sui nomi da inserire nelle liste. D’altra parte se le regole esistono, ed esistono per tutti i cittadini, è bene vengano rispettate. E, almeno in questo, la politica dovrebbe essere d’esempio. Purtroppo, ancora una volta, il partito al governo ha dato prova contraria, non rispettando i termini di legge e, per giunta, cambiandoli a suo favore.

Zerosei news: il decreto “interpretativo salva liste” emanato dal governo, ha suscitato numerose proteste, cosa propone affinché tutto  questo non si ripeta?

On. Valentini: l’imperativo deve essere il rispetto delle regole. È impensabile di stravolgerle perché non si è stati all’altezza di osservarle: ne va della credibilità della politica e della fiducia che i cittadini hanno nei rappresentanti che sono chiamati a scegliere. E poi credo che, a livello generale, la politica abbia bisogno di recuperare il rapporto con i propri elettori e questo può avvenire solo attraverso la serietà, l’impegno, la concretezza dell’azione amministrativa, la trasparenza e la presa di responsabilità, senza aver bisogno di ricorrere a capri espiatori.

Zerosei news: se dovesse riuscire a superare la prova elettorale e a riottenere il seggio alla Pisana, quali saranno le priorità programmatiche che intende portare avanti?

On. Valentini: sicuramente il lavoro già avviato. In questa legislatura tanto è stato fatto e occorre proseguire su questa strada per vedere concretizzate le azioni programmatiche intraprese, non solo in agricoltura ma anche negli altri settori. Cinque anni sono utilissimi ad impostare il lavoro ed avviarlo. Nel prossimo futuro vorrei veder fiorire tutti i frutti di questa buona politica.

Zerosei news: ci dica almeno tre motivi per convincere gli elettori a non votare lo schieramento che si contrappone al suo?

On. Valentini: In realtà, preferirei soffermarmi sul perché votare PD e sostenere Emma Bonino. Il PD è un grande progetto riformista, in grado di unire il paese e non per dividerlo. Noi non parliamo di contrapposizione o di nemici politici; tantomeno del partito dell’amore e quello dell’odio. Per uscire dalla crisi, l’Italia non ha bisogno di ulteriori spaccature, ma di una forza politica che sappia unire sotto un unico ‘cappello’ le priorità dei cittadini.E poi quella di Emma è una candidatura autorevole in grado di favorire il dialogo tra le forze in campo, progressiste, ambientaliste e anche del mondo cattolico.

Zerosei news: cosa può fare la Regione per cercare di dare una risposta all’emergenza occupazionale che riguarda i giovani ma anche i meno giovani?

On. Valentini: beh, la Regione può fare tanto. I giovani rappresentano il nostro futuro e per questo devono essere al centro dell’agenda politica. Nella mia esperienza regionale ho toccato con mano quanto i ragazzi abbiano bisogno di essere sostenuti nel proprio percorso di crescita professionale. Attraverso il Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013, ho puntato molto sui giovani e sulle donne, stanziando risorse pari a 180 milioni di euro per creare nuove imprese guidate da giovani e donne. Grazie a questi fondi, le stime ci dicono che saranno oltre 2000 le nuove imprese che potremmo sostenere con il PSR e che possono divenire solide concrete e competitive. A fronte di questo input, entusiasmante è stata la risposta dei giovani. In tanti hanno partecipato ai bandi e, al momento, sono stati consegnati loro circa 600 atti di concessione per l’avvio di nuove imprese agricole e che permetteranno un investimento complessivo di oltre cento milioni di euro.

Zerosei news: esiste una ricetta per migliorare la qualità dei servizi sanitari offerti ai cittadini della nostra Regione?

On. Valentini: quest’amministrazione regionale ha lavorato moltissimo per di risanare il buco nella sanità lasciatoci in eredità in eredità. In questa 5 anni è stato coperto il debito pregresso di circa 10 miliardi, è stata riorganizzata la rete ospedaliera; abbiamo abbattuto gli sprechi, riformato il sistema delle Asl e aumentato i controlli per una maggiore trasparenza, cosa che è stata del tutto assente nella precedente amministrazione. Certo, il settore ha ancora bisogno di molti interventi come ad esempio costruire una rete di presidi e servizi medici territoriali al fine di alleggerire le liste di attesa, ma credo che il percorso intrapreso sia quello giusto per garantire ai cittadini la qualità del servizio sanitario.

Zerosei news: cosa consiglia a quegli elettori incerti che solo all’ultimo momento decidono quale schieramento e quale candidato votare?

On. Valentini: gli consiglierei di informarsi. Non solo attraverso la stampa, ma anche attraverso i siti internet dei candidati. Informarsi sui programmi e sui temi che più ci stanno a cuore. Pensiamo alla sanità, al nucleare, alle politiche sociali…Ci sono molti temi che fanno la differenza tra uno schieramento ed un altro, e per questo occorre andare alle urne consapevoli. E poi ci sono le persone di cui ci fidiamo e che possono essere validi interlocutori con cui confrontarsi. Inoltre, bisogna avere fiducia in un futuro di rinnovamento e questo non lo può garantire una sola persona come vorrebbe farci credere il Capo del Governo.

Comments (0)

Advertise Here

Le nostre immagini

Vedi tutte le immagini

Advertise Here

Sondaggio

TI PIACE LA STATUA DEDICATA A GIOVANNI PAOLO II IN PIAZZA DEI CINQUECENTO A ROMA?

View Results

Loading ... Loading ...

Previsioni Meteo

NEWSLETTER

CALENDARIO

settembre: 2017
L M M G V S D
« giu    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930