Tag Archive | "giunta polverini"

Tags: , , ,

ACCORDO CONCLUSO: GLI UDC CIOCCHETTI E FORTE ENTRERANNO NELLA GIUNTA POLVERINI

Pubblicato il 12 maggio 2010 by redazione

Da domani, secondo quanto si apprende in ambienti dell’Udc, il partito entrerebbe nella giunta regionale del Lazio. Gli assessori designati dal partito e accettati dalla neo governatrice Renata Polverini sarebbero Luciano Ciocchetti e Aldo Forte. Ciocchetti, segretario regionale dei centristi e parlamentare in carica, avrebbe anche la vice presidenza. Le deleghe sono ancora in via di definizione, ma la soluzione potrebbe arrivare gia’ nelle prossime ore. Giovedi’ mattina, il presidente Polverini, sempre secondo quanto si apprende, annuncerebbe anche il rimpasto di giunta indispensabile per consentire l’ingresso di almeno altre due donne e rispettare quanto stabilito dallo statuto dell’ente, cioe’ che i rappresentati di ogni sesso non possono essere piu’ di undici su un totale di sedici assessori. E’ quanto e’ scaturito da una serie di riunioni tenute nel pomeriggio dal Pdl e dall’Udc laziali nonche’ daib rappresentati dei due partiti con la presidente Polverini. Non sono stati ancora ufficializzati i nomi dei due assessori che saranno sacrificati per rispettare la ‘quota rosa’. In pole position ci sarebbero Francesco Battistoni ex Forza Italia e Antonio Cicchetti ex An. Sarebbero stati scelti in quanto sono gli unici due assessori del Pdl in carica eletti in consiglio regionale e che quindi manterrebbero lo scranno alla Pisana.

Comments (0)

Tags: ,

BATTISTONI POTREBBE LASCIARE IL SUO POSTO DI ASSESSORE REGIONALE ALL’UDC GIGLI

Pubblicato il 11 maggio 2010 by redazione

Chi potrebbe uscire dalla giunta per fare posto ad eventuali nuovi assessori targati udc? C’e'  chi fa il nome del viterbese ex Forza Italia Francesco Battistoni, che almeno, a differenza degli altri, resterebbe consigliere regionale. L’altro nome che circola da un po’ e’ quello dell’Ugl Stefano Cetica, ma c’e' anche chi e’ certo che Polverini non vorra’ rinunciare a un ‘suo’ uomo forte in squadra. Per cui l’altro ‘immolato’ dovrebbe essere un ex An, una via pero’ piu’ difficile da praticare. Ieri il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa ha riunito intorno a un tavolo i dirigenti locali, i consiglieri regionali eletti e i deputati del Lazio per fare punto. Il segretario ha spiegato ai suoi dirigenti il contenuto della telefonata che ha ricevuto ieri dalla Polverini. La governatrice, avrebbe spiegato ai suoi, che era preoccupata dall’affondo di Casini, che ha partecipato all’ultima parte della riunione di oggi. Cesa le ha ribadito che quanto affermato dall’ex presidente della Camera e’ esattamente quanto l’Udc sostiene da settimane. ‘Abbiamo preso atto della sua incapacita’ di trovare una soluzione che le permettesse di mantenere gli accordi’ il commento di Gigli a fine riunione.I dirigenti centristi hanno poi confermato Aldo Forte sulla poltrona di capogruppo in Consiglio, e hanno indicato, altro segno della ‘tregua armata’ che si prevede per la prima seduta dell’Aula del 12 maggio, il vicepresidente in pectore della Pisana: sara’ Raffaele D’Ambrosio e non Rodolfo Gigli, come si era ipotizzato. E se fosse Gigli, prima o poi, a entrare in giunta cosi’ da garantire, uscito di scena Battistoni, la presenza di un assessore di

Viterbo?

Comments (0)

Tags: , ,

TEMPI STRETTISSIMI PER RISOLVERE IL NODO DELL’ALLARGAMENTO ALL’UDC DELLA GIUNTA REGIONALE

Pubblicato il 10 maggio 2010 by redazione

I tempi stringono: il 12 maggio bisognera’ eleggere il presidente del Consiglio regionale, e sara’ quello il banco di prova per la tenuta della coalizione. I centristi pero’ tengono duro. I numeri in Aula, che con loro fuori dalla maggioranza danno a Polverini una maggioranza risicata, li spingono a non cedere: ‘Noi non abbiamo fatto proprio nulla, e’ la Polverini che non ha rispettato gli accordi, e’ un problema suo – e’ sceso in campo oggi Pier Ferdinando Casini – Noi abbiamo stipulato patti che non sono stati rispettati. Non siamo accattoni, che ci tengono buoni con un assessorato o due… Avevamo un accordo e chiediamo che venga rispettato’. Parole dure, che fanno riferimento ai patti pre-elettorali con la ex sindacalista (che prevedevano tre posti e la vicepresidenza) ma che sembrano anche togliere spazi alla controproposta della governatrice, che invece vorrebbe chiudere in fretta includendoli in giunta per assicurarsi serenita’ amministrativa: due assessorati, la vicepresidenza del Consiglio regionale e tre o quattro presidenze di commissione la sua offerta. Dopo l’affondo di Casini, la governatrice nel pomeriggio ha telefonato a Cesa, che ha pero’ ribadito la via della fermezza: non ci sono accelerate ne’ frenate, Polverini vada avanti col programma, per ora e’ appoggio esterno con la possibilità della vicepresidenza della Pisana e le commissioni. Il discorso giunta dunque resta aperto, e a pesare e’ ora soprattutto il sesso dei possibili assessori centristi: l’Udc vorrebbe piazzare due uomini (forse Ciocchetti e Forte). Polverini sarebbe invece piu’ propensa a concedere un uomo e una donna per non intaccare in modo drastico gli equilibri della giunta. I maschi, infatti, non possono da Statuto regionale superare il numero di 11, gia’ raggiunto, e, a meno di cambiare la Carta (un’ipotesi al vaglio), l’uomo che Polverini potrebbe ’sacrificare’ sarebbe l’Ugl Stefano Cetica (avrebbe un prestigioso ruolo extragiunta). Due uomini Udc pero’ costringerebbero un altro Pdl a fare un passo indietro, presumibilmente un ex Forza Italia, perche’ gli ex-An appaiono oggi blindati. Al massimo, per loro, si parla di un inevitabile turn-over delle deleghe: i nomi che circolavano nelle scorse ore per gli spostamenti interni erano quelli di Luca Malcotti (al Bilancio) ma anche di Fabio Armeni che a parità di vicepresidenza potrebbe passare al suo posto ai Lavori pubblici lasciando l’Urbanistica ai centristi, anche se quest’ultima ipotesi appare più lontana (piu’ vicina all’Udc l’influente delega al Personale). Una prospettiva che comunque non e’ vista di buon occhio dal partito di maggioranza, in particolare dalla componente azzurra. Polverini pero’ ha gia’ perso la pazienza, e vuole prendere in mano la situazione, Pdl o non Pdl: in fondo, sarebbe il suo ragionamento, questo garbuglio non l’ho voluto io. E, decisa, negli scorsi giorni avrebbe anche battuto il pugno sul tavolo minacciando dimissioni.

Comments (0)

Tags: , , , , , , , ,

REGIONE LAZIO; POLVERINI TENDE LA MANO, MA GELO DA UDC

Pubblicato il 28 aprile 2010 by redazione

La governatrice Renata Polverini che mostra sicurezza, l’Udc che smentisce e pensa al da farsi in attesa del vertice di venerdi’ dedicato al nodo della giunta regionale del Lazio. Per ora, come e’ noto, i centristi in squadra non ci sono e forse, si riflette nel partito, alle condizioni poste dalla presidente potrebbero finire per non entrarci piu’ garantendo solo l’appoggio esterno. Chiedevano tre assessorati e la vicepresidenza della giunta, che sarebbe dovuta andare allo stesso segretario regionale Luciano Ciocchetti e che invece e’ stata assegnata al Pdl Fabio Armeni. Ma alla fine non se ne e’ fatto piu’ nulla: ‘Siamo stati determinanti per la vittoria, ma al tavolo delle trattative al quale e’ andato il segretario Cesa - ha spiegato oggi lo stesso Ciocchetti – e’ stato detto che gli assessori sarebbero stati solo due, e che non sarebbero potuti entrare ex assessori di Storace, come me. Se l’e’ ricordata un po’ tardi, e’ assurdo. Avremmo fatto una campagna elettorale diversa’. E se Polverini ha affermato stamattina di essere al lavoro per ricucire con l’Udc (‘non mi pare ci siano criticita”) la lettura di Ciocchetti e’ differente: ‘Non mi risulta – ha detto – Se vuole ricucire deve rispettare la parola data, altrimenti sara’ appoggio esterno’. Una riconciliazione pero’, al momento, appare complessa, perche’ se e’ vero che Polverini ha nominato 13 assessori su un massimo di 16, le deleghe, ha fatto notare Ciocchetti, sono state quasi tutte assegnate, e poi l’Udc dovrebbe esprimere tre donne per rispettare le quote previste dallo statuto. E se anche si scendesse a due (un uomo e una donna, con l’attuale responsabile del Bilancio Stefano Cetica, si dice, verso un altro ruolo di rilievo extra-giunta e le altre due donne espresse dal Pdl), perche’, restando il veto su Ciocchetti, riflettono i centristi, accettare quello che abbiamo rifiutato ieri? Anche perche’ a questi patti, la direzione nazionale (da cui ieri sarebbe trapelata la poco rassicurante indicazione ‘saremo leali quanto Polverini lo e’ stata con noi’) sarebbe orientata piu’ verso la politica delle ‘mani libere’, specie in una situazione come quella del Lazio. Con l’Udc esterno infatti la Polverini puo’ godere alla Pisana di soli tre voti di vantaggio, un margine risicato. A complicare le cose ci sarebbe inoltre la voce che circola per i corridoi della Pisana e che riguarda l’Alleanza per l’Italia di Francesco Rutelli. Lui annuncio’ giorni fa che sarebbe nato un gruppo della sua nuova formazione in Consiglio, e gia’ si fa qualche nome di peso (anche elettorale) del Pd pronto al trasferimento. Ma l’Api potrebbe guardare con qualche interesse, in una partita che si gioca sul filo di un pugno di voti, anche alle manovre dei ‘finiani’. Oltreche’, naturalmente, all’Udc.

Comments (0)

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

GIUNTA POLVERINI.TUTTI I NOMI, FUORI L’UDC

Pubblicato il 26 aprile 2010 by redazione

Dopo giorni di trattative e tira e molla e’ fumata bianca per la giunta regionale del Lazio che sara’ guidata da Renata Polverini. Resta fuori l’Udc che dara’ cosi’, per ora, soltanto l’appoggio esterno. Non e’ andato in porto, quindi, il tentativo di mediazione portato avanti fino all’ultimo, anche oggi.I finiani, al centro di polemiche negli ultimi giorni, sono rappresentati da un solo esponente. La giunta e’ composta, al momento, da 14 assessori (due in meno rispetto a quelli della ex giunta Marrazzo): 11 uomini e 3 donne, compresa la Polverini che mantiene per se’ la delega alla Sanita’. Gia’ domani dovrebbe esserci la prima riunione di giunta. Il quadro e’ cosi’ composto: quattro assessorati per gli ex An, sei per gli ex Forza Italia, due in quota Renata Polverini e uno a La Destra. Restano due posti disponibili per l’Udc qualora voglia ritornare sui suoi passi. Ecco i nomi che compongono la nuova squadra di governo. Sul fronte ex An entra in giunta il finiano Luca Malcotti, in quota Augello, che ottiene l’assessorato ai Lavori pubblici e Infrastrutture; in quota Rampelli diventano assessori Francesco Lollobrigida (Mobilita’ e Trasporti) e Antonio Cicchetti (Istruzione e Cultura); in quota Alemanno entra Pietro Di Paoloantonio (Attivita’ Produttive e Rifiuti). Per gli ex Forza Italia: Fabio Armeni (Urbanistica e Territorio) che ottiene la vicepresidenza della giunta; il sindaco di Albano, in provincia di Roma, Marco Mattei (Ambiente); l’eurodeputato Stefano Zappala’ (Turismo e made in Lazio); il capo della segreteria particolare del ministro Scajola, Fabiana Santini (Arte, Sport e politiche giovanili); Francesco Battistoni, ex assessore della Provincia di Viterbo (politiche Agricole); Giuseppe Cangemi del Cda dell’Ama (Enti locali e Sicurezza). In quota Polverini entra la giornalista di RaiNews24 Mariella Zezza (Lavoro, Politiche sociali e Famiglia) capolista della Lista Polverini ma non eletta, Stefano Cetica (Bilancio), ex segretario generale dell’Ugl prima di Renata Polverini. La Destra ottiene l’assessorato alla Casa e alla tutela consumatori e terzo settore che va a Teodoro Buontempo, presidente del partito. L’incognita Udc e’ stato il nodo principale della trattativa. Il partito di Pier Ferdinando Casini, infatti ha puntato i piedi chiedendo di rispettare i patti presi, ovvero tre assessorati compresa la vicepresidenza della giunta, pena l’appoggio esterno dei centristi. A condurre la trattativa con il neo presidente della Regione Lazio Renata Polverini e’ stato il presidente dell’Udc, Lorenzo Cesa.

Comments (0)

Tags: ,

SVEVA BELVISO POTREBBE ENTRARE NELLA GIUNTA POLVERINI

Pubblicato il 23 aprile 2010 by redazione

‘Non c’e’ nulla di confermato, posso solo dire che e’ una possibilita’, e’ inutile smentirlo’. Cosi’ l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso, ha commentato la possibilita’ di un incarico alla Regione Lazio. ’Sto ricevendo tante telefonate di auguri ma non so cosa rispondere – ha aggiunto Belviso – io ricopro per ora un ruolo al Comune. Condivido la scelta della Polverini, di donne ce ne sono poche e ancor di meno con esperienza’.

Comments (0)

Tags: , ,

POLVERINI: PORTERO’ LOLLOBRIGIDA IN GIUNTA

Pubblicato il 22 marzo 2010 by redazione

‘Portero’ in giunta persone meritevoli e competenti come Francesco Lollobrigida’. Lo ha detto la candidata del centrodestra alla Regione Lazio, Renata Polverini, al termine di una visita a Subiaco, in provincia di Roma. Polverini ha parlato davanti al comitato elettorale di Francesco Lollobrigida che, come essendo all’interno della lista del Pdl, e’ escluso dalla competizione elettorale. Nonostante cio’, la candidata del centrodestra ha voluto dare fiducia a Lollobrigida che, nel ringraziare per la stima espressa, ha risposto che ‘se potesse scegliere preferirebbe avere l’assessorato al Turismo’.

Comments (0)

Advertise Here

Le nostre immagini

Vedi tutte le immagini

Advertise Here

Sondaggio

TI PIACE LA STATUA DEDICATA A GIOVANNI PAOLO II IN PIAZZA DEI CINQUECENTO A ROMA?

View Results

Loading ... Loading ...

Previsioni Meteo

NEWSLETTER

CALENDARIO

giugno: 2017
L M M G V S D
« giu    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930